6. Fede, teologia e apparizioni…

madonna del perpetuo soccorso
Madonna del perpetuo soccorso intercedi per noi. Miira il tuo popolo ooo beella Signoora…

IV – VIA DELLA VERITÀ[1]

Da quando esiste la teologia, la via della verità ha reso molti servizi alla fede cristiana, anche se talora l’ha condizionata racchiudendola in moduli legati a determinate culture. Ha ottenuto «un’intelligenza oltremodo fruttuosa (dei misteri), in parte per l’analogia con le conoscenze naturali, in parte per il nesso dei misteri tra loro e con il fine ultimo»[2]. La teologia, usando la ragione illuminata dalla fede, ha tratto parecchie verità dall’implicito all’esplicito, ha organizzato i dati rivelati in una sintesi organica, ha mostrato la concordia o almeno la non-contraddizione tra fede e ragione. In un testo famoso la Dei Verbum ha potuto affermare il progresso della tradizione di origine apostolica con l’assistenza dello Spirito Santo: «Cresce infatti la comprensione, tanto delle cose quanto delle parole trasmesse, sia con la riflessione e lo studio dei credenti, i quali le meditano in cuor loro (cfr. Lc 2, 19 e 51), sia con l’esperienza data da una più profonda intelligenza delle cose spirituali, sia per la predicazione di coloro i quali con la successione episcopale hanno ricevuto un carisma sicuro di verità» (DV 8). Teologi, vescovi e fedeli attenti: tutti concorrono, ognuno nel proprio ordine, ad una maggiore conoscenza della rivelazione cristiana.

Applicata a Maria la via logico-razionale è un mezzo indispensabile per approfondirne il mistero. Essa ha organizzato i dati biblico-tradizionali circa Maria, ha chiarito i punti oscuri, ha esplicitato i dati implicitamente contenuti nella rivelazione, ha perfino costruito la sintesi sistematica veicolata dai trattati di Mariologia. Si deve, per esempio, all’intuizione di alcuni teologi medioevali e in particolare a Duns Scoto il concetto di «redenzione preservativa» come tipo di redenzione più perfetta e non come eccezione alla salvezza operata da Cristo, se la dottrina dell’Immacolata concezione ha superato la sua più forte obiezione. Indubbiamente l’intelligenza umana ha un suo valore specifico come capacità di conoscere, cioè di mettere a contatto con la realtà. II concetto, da parte sua, pur non esaurendo in sé la realtà va al di là di sé perché è dotato di intenzionalità. Ma, anche e soprattutto quando si tratta di Maria, la concettualizzazione deve evitare di murarsi in astrattismo irreale abbandonando il terreno storico-salvifico della Bibbia[3]. La razionalità si muterebbe in razionalismo, in quella vana sapienza del mondo fatta di vuote parole e incapace di percepire le cose divine (cfr 1 Cor 2, 1-15). Inoltre la mariologia come la teologia devono uscire dalla pura speculazione per calarsi nella vita del proprio tempo, incarnare il cristianesimo nelle varie culture, assumere i moduli comunicativi più adeguati, mostrare il significato del dato rivelato. La Mariologia sfuggirà così alle critiche di H. Cox[4], mostrando la sua capacità di impegno e il suo peso nel risolvere i problemi più importanti della vita spirituale della Chiesa e della sua missione nel mondo.

[1] Per questo e per quel che seguirà, cf. Stefano De Fiores, Le «vie» della conoscenza di Maria, in www.culturamariana.com/pubblicazioni/fine-3/come3-De%20Fiores.htm (cliccare per una visione dell’articolo).

[2] Concilio Vaticano I, De fide catholica, DS 3015-3016.

[3] Per il concetto di verità come adeguazione alla rivelazione biblica cfr. I. De La Potterie, Gesù verità, Torino, Marietti, 1973, 9-24.

[4] H. Cox, La seduzione dello Spirito. Uso e abuso della religione popolare, Queriniana, Brescia 1974: l’autore vede la mariologia ufficiale come «una forma di seduzione, una manipolazione, calcolata, dello Spirito» (199) dal ruolo alienante e repressivo.

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s