2. Il libro di Rut, un midrash

rotolo di QumranMidrash (plurale Midrashim) è un sostantivo derivante da darash (דרש) che, nell’Antico Testamento e a Qumrân, significa soprattutto ricercare, scrutare, esaminare, studiare. Nella tradizione rabbinica, midrash designa anzitutto una attività e un metodo di interpretazione della Scrittura che, andando al di là del senso letterale – chiamato peshat o pashut (פשות), semplice, ovvio – scruta il testo in profondità (secondo regole e tecniche proprie) e sotto tutti gli aspetti, per attualizzarlo e adattarlo ai bisogni e alle concezioni delle comunità, e trarne applicazioni pratiche e significati nuovi che sono lontani dall’apparire a prima vista. Indica altresì il risultato di questa ricerca: applicata alle parti legislative per dedurne conseguenze giuridiche, questa elaborazione dà il midrash halakhah da halach (הלך), camminare; da cui l’interpretazione normativa, regola di condotta; applicata alle sezioni narrative, dà il midrash haggadah, da higgîd (הגד), annunciare, raccontare che comprende racconti storici o leggendari, sviluppi d’ordine morale o edificante.

Un esempio attuale potrebbero essere “I promessi Sposi”, non sappiamo la veridicità del fatto ma importante è l’insegnamento che dà.

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s